Si può avere una doppia anima? Come lo vedi il binomio creatività e marketing?

creatività e marketing

Nel mio percorso lavorativo, ho viaggiato dai conti di uno studio di commercialisti, ai pannolini degli asili nido, fino ad arrivare alla creatività di Miele e Sale.

Idee poco chiare? Sicuramente si! Paura di non avere un lavoro? Può darsi, o più semplicemente non riuscivo a trovare la mia strada.

Lo scorso anno, ho aiutato il mio Super Marito Informatico, a realizzare due siti web, e mi sono divertita un sacco, mi sono sentita appagata professionalmente, e ho capito che in me convivono due anime: creatività e marketing!

Questi due concetti potrebbero sembrare agli antipodi, ma non è così! Quanta creatività è necessaria, per scrivere una buona storia e pubblicizzare un prodotto? Chi meglio di un creativo può costruire una efficiente pagina web, che sia in grado di sponsorizzare una ditta e la sua professionalità?

Non basta mettere qualche foto e scrivere due righe? NO! Non basta, serve una storia perché tutti siamo attratti dalle storie, ne abbiamo bisogno. Ci vengono raccontate da bambini, e influenzano tutta la nostra vita.

Le storie ci coinvolgono, ci fanno emozionare, e quando ci colpiscono, ci rimangono in testa e le condividiamo con gli altri, influenziamo gli altri, mettiamo in pratica il famoso passa parola, che porta all’acquisto di un prodotto o di un servizio.

Bene questa è la mia strada!

Voglio usare la mia creatività per aiutare gli altri e voglio raccontare storie che fanno emozionare, realizzando siti web e newsletter che sappiano trasmettere quanta passione c’è nei piccoli artigiani come me, che non si accontentano di vendere i loro prodotti, ma vogliono entrare nel cuore di chi li compra.

Ti ho convinto? Adesso ci credi all’unione di creatività e marketing?

Raccontami quello che pensi nei commenti. A presto!